TRENTO: rogo nel deposito di camion Arcese all'Interporto. Ad innescarlo accidentalmente sarebbe stato un autista lituano ** ** GRUMO: lutto per la morte di Luigino Montibeller che ha perso la vita durante un'escursione in mountainbike sulla Paganella; martedì i funerali ** ** CANAZEI: alloggiava al rifugio Monti Pallidi il base jumper inglese morto oggi nell'Agordino ** ** GRIGNO: è grave, ma non in pericolo di vita una tredicenne che ieri sera è caduta dal balcone di casa ** ** TRENTO: alle Feste Vigiliane protagonisti il Palio dell'Oca e la Tonca ** ** SPORT INVERNALI: il ministro Toninelli spinge per la candidatura di Torino per le Olimpiadi del 2026 ** ** PIEVE DI LEDRO: le grandi manovre hanno chiuso il campeggio dei vigili del fuoco allievi del Trentino ** ** ANDALO: chiuso il meeting nazionale che ha visto protagonisti 1800 giovani ciclisti ** ** Seguiteci sulle pagine Facebook Rttr La Televisione e Rttr Alto Adige

Notizie

MAXI INDAGINE SULLA SANITA' REGIONALE

Domenica, 28 Gennaio 2018 12:05
Gare d'appalto truccate e tangenti nella sanità pubblica regionale. In una parola corruzione è questa l'ipotesi che sta verificando la Procura di Trento con la maxi indagine che coinvolge fornitori e imprenditori che operano nel settore medico e dirigenti dell'Azienda sanitaria di Trento, ma anche di quella di Bolzano. Al momento resta esclusa dall'inchiesta la progettazione del NOT - il nuovo Polo Sanitario Trentino. La magistratura sta facendo luce su decine di gare d'appalto, per la fornitura di attrezzature sanitarie, strumentazione medica, arredi e bandi per la manutenzione degli ospedali della regione. Sette le persone tra medici, dirigenti amministrativi e imprenditori che risultano indagati. Anche se la posizione di ognuno è diversa, le ipotesi di reato sono pesanti: dall' associazione a delinquere finalizzata alla corruzione per atti contrari al proprio ufficio, alla turbativa d’asta e alla rivelazione di segreti. Pochi giorni fa sono state eseguite una trentina di perquisizioni nelle case degli indagati e nei loro uffici, ma anche all’Azienda sanitaria trentina e altoatesina. A coordinare le indagini la pm Alessandra Liverani e il pm Carmine Russo che da mesi stanno lavorando cercando riscontri alle ipotesi investigative. Tutto il materiale sequestrato e la documentazione acquisita nel blitz è al vaglio degli inquirenti. L'indagine non è affatto chiusa, è anzi possibile che si aprono più filoni alla luce degli elementi raccolti.

Le news più lette

 
 
Sei qui: RadioeTV Home Notizie MAXI INDAGINE SULLA SANITA' REGIONALE