TRENTO: rogo nel deposito di camion Arcese all'Interporto. Ad innescarlo accidentalmente sarebbe stato un autista lituano ** ** GRUMO: lutto per la morte di Luigino Montibeller che ha perso la vita durante un'escursione in mountainbike sulla Paganella ** ** GRIGNO: è grave, ma non in pericolo di vita una tredicenne che ieri sera è caduta dal balcone di casa ** ** TRENTO: alle Feste Vigiliane oggi è il giorno del Palio dell'Oca, alle 18, e della Tonca, alle 20 ** ** SPORT INVERNALI: il ministro Toninelli spinge per la candidatura di Torino per le Olimpiadi del 2026 ** ** Seguiteci su www.rttr.it e sulle pagine Facebook Rttr La Televisione e Rttr Alto Adige ** **

Notizie

I LAVORATORI DI MEDIAWORLD IN SCIOPERO

Sabato, 03 Marzo 2018 15:40
Incrociano le braccia oggi i lavoratori di Mediaworld, a causa di una protesta indetta unitariamente da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs a livello nazionale, dopo che è naufragato - il 16 febbraio - l'ultimo incontro fra le parti. Mediamarkt ha confermato l'intenzione di chiudere i punti vendita di Grosseto e Milano Stazione Centrale, trasferire la sede di Curno (nel bergamasco) a Verano Brianza, far cessare al 31 marzo i contratti di solidarietà che hanno permesso di ridurre da mille a 130 gli esuberi negli ultimi 3 anni, ed eliminare dal 1 maggio la maggiorazione domenicale del 90%, riconoscendo il solo 30% previsto dal contratto nazionale del commercio. Il tutto a causa di 17 milioni di perdite, che i sindacati hanno vanamente chiesto di dettagliare, assieme alla richiesta di un piano di rilancio rimasto inattuato. Altissima l'adesione allo sciopero fra i lavoratori trentini: tutti e 39 hanno incrociato le braccia, nonostante il punto vendita non sia interessato da esuberi e contratti di solidarietà. Scarsa viceversa l'adesione a Bolzano, dove sono già rimasti pochissimi i contratti che ancora percepiscono la maggiorazione domenicale del 90%: tutti i nuovi contratti a termine già stabiliscono una maggiorazione del 30%.

Le news più lette

 
 
Sei qui: RadioeTV Home Notizie I LAVORATORI DI MEDIAWORLD IN SCIOPERO